Anteprima Samu

 

Ringrazio il SIGNORE per l’opportunità che mi dà di testimoniare di LUI. Mi chiamo Samuele, sono nato in una famiglia di fede cristiana evangelica e sin da piccolo i miei genitori mi hanno inculcato dei principi cristiani.

Ho sempre frequentato la chiesa e le attività della scuola domenicale.

All’ età di 15 anni incominciò un periodo molto buio della mia vita, scattò in me una ribellione verso tutti e tutto.


Anteprima Nico

Sono un ragazzo di 41 anni, mi chiamo Nicola ed ho il privilegio di scrivere ciò che Dio ha fatto nella mia vita. Fin da bambino giocavo a calcio e vivevo con l'entusiasmo di questo sport nel cuore, praticandolo felicemente e con molto agonismo tutti i giorni, progettando di diventare un gran calciatore.


miniera

1956. Sono nato a Montetiffi, paesino che si trova sulle colline romagnole, da una famiglia contadina. Mi ritenevo un cristiano, ma ero anche un gran bestemmiatore e un ribelle.All'età di 24 anni trovai lavoro tramite delle conoscenze nelle miniere del Belgio. Mi trasferii là ed abitai in una pensione. Mi sentivo solo e soffrivo di nostalgia, soprattutto la sera quando ero solo in camera mia. Un giorno girando nel mercato, su una bancarella che vendeva libri, attirò la mia attenzione un libro scritto in italiano che era intitolato "Il Nuovo Testamento".


londra autobus

Nell'ottobre del 1994 ho dato la mia vita a Gesù Anzi, posso testimoniare che Dio mi abbia attirato a sè dimostrando in virtù della sua sovranità  che "la Salvezza appartiene al Signore". C'era un inno che in quei giorni risuonava senza posa nel mio spirito che più o meno diceva : "Sii attento ed ascolta, qualcuno sta ripetendo il tuo nome; c'é qualcuno che ti sta chiamando!; sembra la voce di un Pastore! assomiglia alla voce di un Angelo! Oh sì, é la voce di GESU'. Oh, mio Signore; oh, mio Signore, cosa debbo fare?".


lampascioni

Mi chiamo Vincenzo Recchia ho 70 anni e servo il Signore dal 1956. Sono nato a San Marco la Catola un paesino di montagna in provincia di Foggia da una famiglia contadina e sono il terzo di quattro figli. Nel 1945 mio padre decise di trasferirsi in pianura, perché le terre di montagna non davano il sufficiente per vivere e ci stabilimmo prima nella città di Lucera e poi nel settembre del 1952 ci portammo definitivamente a Ortanova sempre nella provincia di Foggia.