Copertina

 

“perché non avevano creduto in Dio, né avevano avuto fiducia nella sua salvezza” Salmi 78:22
 

L'ALPINISTA

Si racconta che un alpinista voleva conquistare la vetta dell'Aconcagua, ma siccome voleva tutta la gloria per sé, salì da solo. Mentre saliva, il sole cominciò a tramontare e lui, intestardito nel conquistare quella vetta, non si preparò per la notte. La sera cadeva con pesantezza e in un attimo si fece tutto nero e scuro, non si vedeva niente, tutto era buio.

A pochissimo dalla cima, scivolò. Stava cadendo ad una velocità vertiginosa, riusciva solo a vedere macchie più scure che passavano nella stessa oscurità e la terribile sensazione di essere risucchiato dalla gravità, quando si sentì quasi dividere in due. Come ogni perfetto alpinista, aveva puntato un chiodo per fissare la corda che, in quel momento era perfettamente tesa. Lui era sospeso nel vuoto!

L'unica cosa che riuscì a gridare fu: " Signore ti prego… Aiutami!". Una voce dolce e profonda gli rispose: "Cosa vuoi che che faccia?" "Salvami!" rispose disperato. "Credi davvero di poter essere salvato?" "Sì!" rispose lui. 
"Bene, taglia la corda a cui ti sostieni!".
Il mattino seguente lo ritrovarono congelato a un metro dal suolo. 

Caro amico, talvolta i problemi che viviamo sono gravi e ci spaventano ed è difficile accettare il consiglio di Dio di lasciarci andare nelle Sue braccia. Questo però accade semplicemente perché non conosciamo il nostro Signore come il Salvatore della nostra vita, Colui che ha dato Sé stesso per ciascuno di noi.
Il consiglio di oggi è’: cerca il Signore, conosciLo! Solo allora potrai tagliare  tutto ciò che ti lega e lasciarti salvare dal Signore. Riponi la tua fede in Dio, non fare come l'alpinista!