Chiusura campagna evangelistica 2019

“Abbiamo incontrato Gesù!”

E’ questa la frase che ha riecheggiato sabato 16 novembre al Culto di chiusura della Campagna evangelistica.

Anche quest’anno al termine dell’evangelizzazioni estive, le comunità Adi della Romagna si sono incontrate presso il locale di culto della chiesa di Rimini, per ringraziare il Signore e pregare per tutte le anime evangelizzate attraverso il servizio del gazebo.

Ospite dell’incontro… il fratello Nuccio Cavone, pastore della comunità di Civitanova Marche, è stato lo strumento attraverso il quale il Signore ha esortato e incoraggiato fratelli e sorelle nell’essere testimoni fedeli di Gesù Cristo.

Anche sua moglie Paola, sorella cresciuta nella fede a Rimini, è stata di edificazione con la sua testimonianza. Invitando ad essere meno discreti, meno democratici con le anime nuove, ma incoraggiarle e spronarle nel raccontare e condividere le grandi opere di salvezza che Dio compie.

preghiera

Successivamente il messaggio di salvezza è stato trasmesso con i canti ‘’Il Salvatore’’ e ‘’Immenso’’. In particolar modo nella seconda strofa del canto ‘’Il Salvatore’’ si descrive chi è e cosa può essere Gesù per gli uomini con queste parole:

‘’E’ bellezza per il cieco,
ricchezza a chi non ha,
amicizia per chi solo resterà,
è riposo per chi è stanco,
da forza al debole,
è la via, la vita e verità,
si è la via, la vita e la verità!
’’

gruppo musicale

Naturalmente una buona notizia come questa, deve essere annunciata da qualcuno… e proprio questo è stato il tema centrale della predica del fratello Cavone tratta da Giovanni 1.

Infatti vengono presentati quattro differenti modi di evangelizzare:

1) Giovanni il Battista è il primo esempio analizzato e rappresenta la chiesa, l’istituzione, il luogo dove vengono accolte molte persone e dove si predica il ravvedimento. Come fece Giovanni il Battista anche la chiesa deve avere sempre lo sguardo fisso su Gesù. (Verso 29-30,34-37);

2) Andrea la prima persona che incontra Gesù e subito diventa evangelista, raffigurando l’individuo singolo zelante che è desideroso di condividere e testimoniare le esperienze in Cristo. (Verso 40-42)

3) Gesù va incontro a Filippo e gli dice di seguirlo, infatti Gesù si può rivelare direttamente, parlando nei sogni e facendosi conoscere personalmente alle persone. (Verso 43-44)

4) Filippo trova Natanaele e gli confessa di aver trovato Gesù e lo incoraggia ad andare a vedere di persona. Sono poche parole quelle di Filippo ma sono un invito sincero che Gesù completa con la sua opera di convinzione perfetta.

pastore

Il Signore utilizza diversi metodi per annunciare l’evangelo di Cristo in questo mondo, ma una cosa è certa… Dio si vuole usare di ognuno di noi per il compimento dell’opera sua e a noi spetta di rispettare e onorare il grande mandato che il Signore ci ha affidato!