Ravvedimento Ruth Bibbia Elimelec Antico Testamento

Naomi, il cui nome significa: "mia letizia" è la figura del credente che comprende l'errore di essersi allontanato dalla presenza e decide di "tornare indietro", quindi si ravvede della sua scelta precedente. 


Carestia

I due figli di Elimelec proseguono sulla stessa scia di sviamento del padre. E' probabile che fossero molto giovani quando lasciarono la terra di Israele e poco più che trentenni quando morirono, lo possiamo dedurre dall'età giovane di Ruth (Ruth 3:10;Ruth 4:12). 

Malon (il primogenito e il primo marito di Ruth 4:10) significa: malaticcio; Chilion il marito di Orpa significa: consunzione. E' evidente che i nomi di questi giovani ci rivelano che il loro stato di salute non era buono questo spiega la loro morte precoce. 


Carestia

Elimelec vuol dire: Dio è re. Il suo nome avrebbe dovuto ricordargli che Dio governa sul suo popolo anche in tempi di carestia. Dio governa sul creato, sui popoli e sulle nazioni della terra, sugli individui, sul tempo e sulle circostanze. Il popolo di Dio riconosce questa sovranità, così ogni singolo credente, quindi dovrebbe credere che se Dio permette determinate circostanze è per un piano ben preciso, che prevede la correzione, la possibilità del ravvedimento, il ristabilimento e la benedizione. Il credente, quindi, dovrebbe sempre mantenere la fiducia nella volontà di Dio (Ger.


Boaz scarpa

E' interessante come di questo personaggio del libro di Ruth non abbiamo il nome, quasi a sottolineare il suo essere anonimo, insignificante, non degno di essere citato. 

La sua figura ci parla di quanti, avendo paura di perdere quello che è terreno o meglio di non avere nessun vantaggio umano, non colgono le occasioni di avvalersi dei beni spirituali. 

La vigliaccheria spirituale porta: 

1. ALLA DISUBBIDIENZA DELLA PAROLA DI DIO 


Viaggio

L'Egitto, nel linguaggio biblico, e sinonimo di peccato di schiavitù, del mondo che ci circonda, lontano da Dio e soggiogato dall'avversario. Le parole del titolo rivolte al patriarca Isacco, risuonano come il richiamo continuo del Signore al Suo popolo e ai credenti di ogni tempo. Isacco era in distretta perché una grave carestia si era abbattuta sul paese di Canaan e scendere in Egitto, passando per il paese dei Filistei, gli sembrava la soluzione più opportuna.