Skip to content Skip to navigation

Sensi esercitati

Sommelier mentre anusa vino

Che meraviglia questo testo; conoscere per esperienza quale sia la volontà di Dio? Può voler dire che col passare degli anni il credente comincia ad avere i "sensi esercitati" nelle vie del Signore tanto da fidarsi sempre più di lui e discernere sempre meglio ogni giorno il bene dal male. Questo non vuol dire, però, che si potrà sentire arrivato perché l'esperienza con Dio ha sempre da insegnarci tantissimo! Il testo, infatti, ci vuole invitare a conoscere, sperimentare, provare quale sia la volontà di Dio ( come traduce Diodati ); non essere esclusi a distanza, ma coinvolti pienamente e partecipi. La volontà di Dio, in altre parole, è per noi, non per quelle persone rifugiatesi sui monti in attesa ascetica, ma proprio per noi. Certo questo richiederà una consacrazione come dice al verso 1, ma niente da attribuire all'uomo, tutto da applicare a Dio perché è Lui che compie in noi " il volere e l'operare" ed è Lui che ci trasforma alla Sua immagine mentre noi ci consacriamo a Lui, Alleluia! Dal Suo canto Dio ci invita a credere e provare che la sua volontà è: 1. Buona, cioè, Lui ci ama, siccome è amore ed ha buoni pensieri per noi ( Ger 29:11 ). Egli non può che meditare il bene per i suoi figlioli, notiamolo al Calvario, Gesù, non è forse Lui il bene più grande per l'umanità intera? Certo Dio ci ama di un amore eterno e così sarà per sempre, non dubitiamo, cari. 2. Accettevole, vuol dire piacevole com'è nella versione inglese N.I.V., ed è legato all'aggettivo precedente; la volontà di Dio è piacevole, non stiamo trainando un carro controvoglia, ma siamo ben lieti di servire il Maestro, Colui che non si è risparmiato dal servire noi e Lui l'ha fatto alla perfezione. Alleluia! Nel Salmo 40:8 è scritto: " Io prendo piacere nel fare la tua volontà ", non la mia o la nostra, ma la Sua; ricordiamo Gesù nel Getsemani?
3.Infine la volontà di Dio proprio perché è buona ed accettevole è anche perfetta cioè specifica per ognuno di noi, Dio ha il meglio per noi, sempre, anche quando noi non lo capiamo, la Sua volontà è perfetta, non dobbiamo togliere né aggiungere niente dobbiamo solo fidarci e "provare".

Se non ci fidiamo di Lui non gusteremo, ma penso che ci convenga credere per il nostro "massimo". Alleluia! Con Dio non è ?"non fidarsi è meglio" con Lui fidarsi è sempre il meglio perché ha tanto da darci. Pensiamo ad Abramo ormai ultra novantenne Dio lo ha benedetto al di sopra delle sue aspettative, è vero ha passato diverse peripezie, ma alla fine, sin dall'inizio a dir la verità, ha visto la fedeltà di Dio. Dio è fedele non dimentichiamolo, noi veniamo meno, notiamo ancora Abramo, ma Lui no! Siamone certi. Dio ci mette dinnanzi un piatto pieno, la scelta è nostra, cominciamo a fare finalmente la Sua volontà? "Intendete bene quale sia la volontà del Signore" (Efe 5:17 ). Dio ci benedica! Amen!

Antonio Barbetta

Aggiungi un commento

Simple

  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>

Plain text

  • Elementi HTML permessi: <a> <em> <strong> <cite> <blockquote> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Nessun tag HTML consentito.
  • Indirizzi web o e-mail vengono trasformati in link automaticamente
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
Il servizio Mollom verifica il problema dello spam, quindi se vuoi inserire un commento non ti preoccupare. Il servizio evita commenti creati da software, tramite captcha e riconoscimento scritturale. Puoi leggere le indicazioni sulla riservatezza .